Tutte (o quasi) ci trucchiamo. Ma una cosa è sapere come si fa (perché lo hai visto fare a “tua cuggina”) e un’altra è saperlo fare.

Se potessi fare una foto ad ogni donna che incontro durante le mie giornate, potrei aprire il museo degli orrori make-up.

Si scherza su, non sono qui per giudicare nessuno ma per sdrammatizzare e cercare di non farti inciampare in errori che potrebbero indurire i tuoi dolci lineamenti.

Ne ho individuati 5 tra i più frequenti e te li ho sintetizzati in questo schema. Sulla sinistra quello che non dovresti fare e sulla destra come dovrebbe essere fatto.

1. SOPRACCIGLIA SCURE E MARCATE

Mi rendo conto di quanto sia difficile truccare questa parte del viso, sceglierne forma e colore può risultare più complicato del previsto.

Per non sbagliare, cerca di mantenerti più vicino possibile al colore dei tuoi capelli e peli naturali.

Il nero non va mai bene! Indurisce i tratti e ti fa sembrare arrabbiata.

Mai tracciare linee nette e marcate, soprattutto ad inizio sopracciglio. Sfuma e riempi cercando di disegnare dei peletti e non colorare come se avessi in mano l’uniposca.

2.RIGA DI EYELINER O MATITA LONTANA DALLA RIMA CILIARE

Non so se sia un errore o una cattiva abitudine. Quando chiedo alle mie clienti il perché abbiano messo la matita in quel modo, la risposta è quasi sempre questa :”andavo di fretta ed è venuta così. “

Se hai fretta, non la fare proprio! Soprattutto se hai gli occhi rotondi e sporgenti, non fai altro che  accentuarne le caratteristiche.

La riga va tracciata sottile e tra le ciglia, non a caso si chiama rima ciliare. Presta attenzione e riempi gli spazi vuoti

3.OMBRETTO NETTO E NON SFUMATO

È la tipica applicazione dell’ombretto con le dita o con lo sfumino in dotazione. Otticamente accorcia l’occhio, lo fa tendere verso il basso e lo appiattisce.

Per ottenere una sfumatura degna del suo appellativo, utilizza un pennello dalle setole morbide e sfuma nella piega tra palpebra fissa e mobile come a voler tracciare un arco e sfumando lo con movimenti rotatori.

4. BLUSH SU TUTTA LA GUANCIA (IN STILE HEIDI)

Ripetiamo insieme. Il blush si applica sulle gote, che sono quelle sporgenze naturali che escono fuori quando sorridi. Esattamente lì, ne poco sotto e nemmeno un po’ più su.

Quelle sono zone destinate al contouring e all’illuminante

5. MATITA LABBRA OLTRE I CONFINI NATURALI

Questo è il peggiore tra tutti, quello che purtroppo vedo più degli altri (a volte anche tra colleghe).

La matita  va applicata sul confine naturale delle labbra, se ti scosti di molto per cercare di ingrandirle, sembrerà una via di mezzo tra Joker e Pamela Anderson

A peggiore la situazione è anche la scelta del colore della matita. Ragazza mia, l’era della matita più scura rispetto al rossetto è finita già da un po’. La matita va abbinata al rossetto, mantendo quanto più possibile la stessa tonalità per delle labbra definite ma molto naturali.

 

Se ti riconosci in questi errori non ti preoccupare, nessuno nasce con i pennelli in mano e c’è rimedio a tutto. Accedi al video corso e impara le tecniche base per realizzare un make-up semplice, pulito e armonioso.

Pin It on Pinterest

Share This